‘Liberi anche di cantare e ballare’, omaggio corale alla Resistenza

Una proposta di Anp, Arci, Insmll, Radio Popolare.

Se da 70 anni viviamo nella democrazia e in libertà lo dobbiamo agli uomini e alle donne che nel 1945 ci hanno affrancato dal nazifascismo. Ricordarlo è un dovere. E può diventare anche un piacere.Anpi, Arci, Insmli e Radio Popolare hanno unito le forze per proporre un’iniziativa rispettosa di quel sacrificio ma anche gioiosa. L’iniziativa si ispira all’idea semplice e geniale che ebbe Antonio Greppi, il sindaco della Liberazione di Milano: invitò i suoi concittadini a ringraziare i partigiani nel modo più naturale e spontaneo: ballando.

Le cronache di allora raccontano di musiche e canti che salivano dalle macerie, di orchestrine improvvisate nei cortili, di migliaia di persone che – ballando per strada – segnalavano il loro desiderio di tornare alla pienezza della vita dopo anni di guerre e lutti. Non era spensieratezza, ma energia che riprendeva a fluire nelle vene della democrazia appena riconquistata.Facciamolo anche noi, 70 anni dopo. L’invito di Anpi, Arci, Insmli e Radio Popolare è aperto a tutti coloro che si riconoscono in quei valori irrorati dalla Resistenza. Convincete il vostro sindaco ad aprire il Palazzo Comunale, coinvolgete la banda civica o il gruppo hip-hop di vostro figlio, chiamate a raccolta amici e vicini di casa nel cortile condominiale: sarà un modo per riconoscere le nostre radici più forti e rendere contemporaneo, non nostalgico, l’omaggio agli uomini e alle donne che hanno rischiato la vita per noi.

Quando? Anpi, Arci, Insmli e Radio Popolare vi propongono di farlo il 24 aprile, alla sera: sarà il benvenuto alla Festa della Liberazione. A mezzanotte, infatti, come momento unificante, suggeriamo a tutti i partecipanti di suonare la stessa, significativa canzone: così ci sarà davvero un filo comune che unirà le montagne con le città, le social-street con le aie dove si suona, balla o canta, dove si ringrazia chi ha lottato per la libertà di tutti.Già dal 30 marzo Radio Popolare dà ampia visibilità – tra l’altro con un’apposita trasmissione quotidiana – a queste iniziative. Nel corso della serata del 24 aprile realizzerà una diretta, fornendo una sua colonna sonora e collegandosi con tanti luoghi dove si canta e si balla.

ArciReport, 2 aprile 2015

 0

 

Tags :

 

Condividi

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on print
Share on email