Dal 30 settembre al 2 ottobre il mondo si dà appuntamento a Ferrara

Torna dal 30 settembre al 2 ottobre Internazionale a Ferrara, il festival di giornalismo organizzato dal settimanale Internazionale, giunto alla decima edizione. Oltre 240 ospiti provenienti da 31 paesi e da 5 continenti per 250 ore di programmazione e 120 incontri. Filo conduttore di questa edizione è il coraggio: i grandi ospiti da tutto il mondo si interrogheranno su come rispondere con più diritti alla paura dell’altro, governare senza timori le nuove sfide e come costruire un nuovo patto di convivenza sociale. Al festival si discuterà dell’ascesa dei movimenti populisti in Europa e negli Stati Uniti, in un incontro con David Rieff, giornalista statunitense, Jonathan Freedland, del Guardian, e l’ex direttrice di Le Monde e ora editorialista del Guardian Natalie Nougayrède. Anche quest’anno non mancherà lo sguardo dei corrispondenti stranieri Eric Jozsef di Libération, Tom Kington di The Times e Regina Krieger, Handelsblatt. Si parlerà senza tabù anche di argomenti più leggeri, ma socialmente rilevanti. Per questo ci sarà Dan Savage, il dissacrante giornalista americano famoso per i suoi consigli sessuali e per la sua rubrica Savage love tradotta in tutto il mondo e pubblicata in Italia su Internazionale, che parlerà di sesso senza tabù con Claudio Rossi Marcelli di Internazionale e sarà intervistato dai ragazzi delle scuole superiori di Ferrara su omofobia e bullismo. E visto che la felicità va di pari passo con il coraggio, il giornalista del Guardian Oliver Burkeman svelerà i trucchi per vivere meglio. E poi, nell’anno della candidatura di Hillary Clinton alla Casa Bianca, grande attenzione sarà dedicata alle donne in politica e alle discriminazioni di genere. Ospiti del festival saranno, tra le altre, Rebecca Traister, giornalista e scrittrice, Katha Pollit, poetessa e saggista femminista, Elaine Díaz, Periodismo de Barrio, Julia Cage, economista francese, Hu Shuli, direttrice di Caixin Media e più volte inserita da Foreign Policity tra i 100 pensatori più importanti del mondo. Si rinnova l’appuntamento con il Premio per il giornalismo d’inchiesta Anna Politkovskaja e con le rassegne da Mondocinema a Mondoascolti; quest’anno al festival anche la mostra del World Press Photo. E ancora, sarà analizzato il profilo dei nuovi jihadisti europei con Farhad Khosrokhavar, sociologo iraniano e direttore dell’École des hautes études en sciences sociales di Parigi, Olivier Roy, professore di Scienze politiche francese e massimo esperto di Islam, Alessandro Orsini, direttore dell’Osservatorio sulla sicurezza internazionale dell’università Luiss ‘Guido Carli’, e il giornalista Corrado Formigli. Internazionale a Ferrara è promosso da Internazionale, Comune di Ferrara, Università di Ferrara, Regione Emilia Romagna, Ferrara terra e acqua, Città Teatro, Arci Ferrara, Progetto Poimero, Comune di Cento e Associazione IF.

Condividi

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print
Condividi su email