“Il metodo infallibile” si conferma tale al Circolo Arci Norfini

Spettacolo alla Casa Circondariale di Livorno

Federico Benuzzi illustra la sua conferenza spettacolo sulla matematica del gioco d'azzardo.

Nel pomeriggio di Giovedì 29 Giugno si è tenuta, presso il circolo Arci Norfini a Livorno, la conferenza spettacolo sulla probabilità e statistica del gioco d’azzardo e la sua dipendenza connessa. L’iniziativa è stata realizzata all’interno del progetto SLOTOUT e del progetto GAME L-OVER nell’ambito del piano di contrasto al gioco d’azzardo patologico in collaborazione con la Cooperativa sociale San Benedetto.

Tra dimostrazioni logiche e miti sfatati, Federico Benuzzi ci ha accompagnato in un’esperienza volta alla sensibilizzazione e alla conoscenza dei principali sistemi connessi al gioco d’azzardo, dando un volto amico alla matematica, una nostra grande alleata per riuscire a comprendere questo fenomeno.

Al termine dello spettacolo i preziosi interventi di Daniela Tarquini (Referente Game L-Over) Simona Bianchi (Referente territoriale SERD) e dell’assessore alle politiche sociali Andrea Raspanti, hanno coronato una piacevole serata dedicata all’informazione su questo tema sempre molto caro e trasversale a tutte le comunità.

“C’è una città come tante. Ricca, avida, opulenta, consumista.
C’è una città come tante. Mal governata.
C’è una città invasa da topi. Topi che non si nascondono, ma escono allo scoperto per mangiarsi tutto.
Il governo non può più far finta di niente e promette “una bella poltrona” nel palazzo granducale a chiunque riesca a liberare la città dalla piaga dei topi.”

Chi volesse partecipare come pubblico allo spettacolo “Topo dopo topo” regia di Lara Gallo e Francesca Ricci, per il giorno 20 dicembre 2023 alle ore 14.00 all’interno della Casa Circondariale di Livorno, dovrà inviare il proprio nome e cognome, luogo e data di nascita al seguente indirizzo mail

prenotazionicarcere@gmail.com

entro e non oltre il 5 dicembre 2023.

I nominativi saranno oggetto di controlli da parte dell’Amministrazione penitenziaria, pena la non possibilità di partecipazione allo spettacolo.

Lasciate ogni smartphone in macchina, oh Voi che entrate.

Condividi