CambiaMente Festival 2022: il programma

Tre giorni di confronti e riflessioni, musica e stand delle varie associazioni sensibili al tema e operanti sul territorio, con il patrocinio del Comune di Livorno. 

Saranno presenti, per tutta la durata del festival, l’installazione interattiva “Musica delle piante”, a cura di Martina Tamberi dell’associazione “Oltre” e l’installazione “Orizzonte d’attesa” di Davide Vaccaro.

Venerdì 16 settembre:

  • Il festival aprirà con il workshop sui conflitti ambientali a cura del CDCA (Centro Documentazione Conflitti Ambientali). L’istituto nasce con l’obiettivo di indagare, studiare e divulgare cause e conseguenze in termini ambientali, economici e sociali dei conflitti generati dallo sfruttamento delle risorse naturali e dei beni comuni. Inizio alle ore 18.
  • A seguire, presentazione del libro a cura di Marica Di Pierri “La causa del secolo. La prima grande azione legale contro lo Stato per salvare l’Italia (e il pianeta) dalla catastrofe climatica”, Round Robin Editore, 2021. Nell’occasione, sarà esaminata la campagna “Giudizio Universale” avanzata dalla associazione A Sud contro lo Stato italiano. Inizio alle ore 19.30.
  • Concludono la serata Geremia e Juck, musicisti del “Collettivo Nuova Europa”. Inizio alle ore 22.

Sabato 17 settembre:

  • Ore 17.00: “Just a cigarette bikini. Quando il riciclo diventa arte e incontra la scienza e l’innovazione”. Incontro a cura di Aurora Bresci, artista multidisciplinare, ideatrice nel 2020 del progetto artistico che vede protagonisti dei costumi da bagno, realizzati al 99% da mozziconi di sigaretta raccolti nelle spiagge livornesi. Con la straordinaria partecipazione di Lorenzo Guglielminetti, professore associato presso il dipartimento di Scienze Agrarie e Agroalimentari dell’Università di Pisa, che presenterà il progetto  FOCUS (Filter of Cigarettes reUse Safely), che prevede la trasformazione dei mozziconi di sigaretta in substrato inerte per la coltivazione di piante
  • Ore 18.30: “La transizione energetica e la geopolitica delle risorse: quali prospettive per l’Italia e l’Europa nel contesto internazionale”. Dibattito con il prof. Alessandro Volpi, esperto di geopolitica e fonti energetiche (ex sindaco di Massa), Walter Ambrosini, professore di impianti nucleari dell’Università di Pisa e con il Dott. Iyed Boussaa rappresentante di “Energia e Numeri”

Domenica 18 settembre:

  • Ore 17: Workshop “Tra il dire e il mare c’è di mezzo …il FARE!” a cura di Unicoop Tirreno in collaborazione con l’Acquario di Livorno. La salute del nostro mare e le buone pratiche di consumo sostenibile. Presentazione della Call for ideas : #ideeperilmare, a cura di Human Valor. Presentato da Lorenzo Bugliesi (Human Valor, Unicoop Tirreno) e Giovanni Raimondi (Acquario di Livorno).
  • Ore 18.30: “La transizione ecologica e le città sostenibili”. Incontro con Giovanna Cepparello, assessora all’ambiente del Comune di Livorno; Matteo Villa, professore di sociologia economica e welfare comparati; Giacomo Tagliaferri, ricercatore CNR e membro del Laboratorio Ambientale del Mugello; Riccardo Sargenti, dottorando in Economia e membro del Laboratorio Ambientale del Mugello; Giulio Hasanaji, dottore di ricerca in architettura.

 

Per tutta la durata del festival saranno presenti gli stand di “Libera Terra” con la partecipazione dei ragazzi del Presidio Giovanile F. Marcone di Livorno. Uno spazio anche per i giovani de “La riuso”, che ci racconteranno il loro esperimento di economia circolare, inclusione sociale e rigenerazione urbana. Anche i ragazzi di “Sons of the Ocean”, organizzazione no profit operante nel settore “clean up” e per la cura dell’ambiente marino, saranno presenti per tutta la durata del festival.